mercoledì, Settembre 23FPE 2.0 - IT'S JUST A RIDE !
Shadow

A DROWNING MAN [SubITA] 🇯🇵

Titolo originale: Oboreru hito
Nazionalità: Giappone
Anno: 2001
Genere: Drammatico, Horror
Durata: 82 min.
Regia:

Un film inconsueto, delicato nello sviscerare la complessità di un rapporto coniugale al crepuscolo logorato in modo continuo, ma pressoché impercettibile, in seguito ad un incidente domestico.
Girato quasi completamente all’interno di un anonimo appartamento, disposto secondo una serie di inquadrature fisse ma per nulla inerti, nonostante tempi flemmatici e dialoghi tutt’altro che incalzanti, “A Drowning Man” è sublime nel far imperversare una paranoia abrasiva di simmetrie già precarie. L’ossessione altera il modus vivendi modificando le percezioni soggettive, i protagonisti vengono inglobati in un enigma dai connotati soprannaturali dei quali poco è chiarito. L’interesse è infatti rivolto nel rimestare all’interno dello strappo su un malcontento latente che esplode una volta affrancato da ogni ipocrisia.
Le fugaci alchimie del rapporto vengono esposte con accortezza e garbo, svelando in sede di regia e stesura del soggetto un tocco femminile di pregiata eleganza, l’autrice si muove in scioltezza tra sentimenti repressi e sensi di colpa, insinuandosi in fenditure che diventano voragini di incomunicabilità. Interessante lo sviluppo dell’iniziale situazione di dipendenza della donna, convertito poi in un’emancipazione decisiva nell’orientare il destino della relazione.
Film di lettura non agevole con frammenti onirici destrutturanti, comunque scorrevole nel resoconto di un quotidiano edificato su un delirante percorso emotivo.
Il personaggi maschile è interpretato (molto bene) dal geniale regista Shinya Tsukamoto.

Recensione: filmscoop.it

 

mirror

 

Spread the love

Related posts