//EMA [SubITA] 🇨🇱

EMA [SubITA] 🇨🇱

Titolo originale: Ema
Paese di produzione: Cile
Anno: 2019
Durata: 107 min.
Genere: Drammatico, Musicale, Visionario
Regia:

Ema fa i conti con le conseguenze di un’adozione non andata per il verso giusto che sfascia la sua famiglia e la sua vita.

EMA: UNA MEDITAZIONE SUL UMANO, SULLA E SULL’ESSERE
Diretto da e sceneggiato da Guillermo Calderón e Alejandro Moreno, Ema racconta la storia di una donna che, dopo il terribile evento che manda in frantumi la sua famiglia e il suo matrimonio, intraprende un rischioso percorso per ritrovare se stessa e ritornare padrona della propria vita. Nella pittoresca città portuale di Valparaiso, Ema è una giovane ballerina di talento che, con che affondano nei ritmi reggaeton con cui si esibiva con gli amici per strada, ha davanti a sé una luminosa carriera in un ensemble di moderna guidato dal marito, il coreografo Gaston. Ema e Gaston, dal punto di vista privato, sono alle prese con una terribile crisi: Polo, il figlio dodicenne che hanno adottato, ha dato fuoco alla loro casa e ha gravemente deturpato il volto della sorella di Ema. Costretta a rinunciare al ragazzino che non ha saputo crescere, Ema assiste impotente allo sgretolarsi del suo matrimonio e comincia a andare per le strade della città alla ricerca disperata di storie d’ che l’aiutino a superare il senso di colpa. Ha però anche un piano segreto per riprendersi ciò che ha perduto.

Con la direzione della fotografia di Sergio Armstrong, le scenografie di Estefania Larraín, i costumi di Felipe Criado e le musiche di Nicolas Jaar, Ema è un dramma incendiario sull’, sul desiderio e sulla famiglia, che mischia melodramma familiare e fisicità sfrenata con scene girate ora in interni ora sulle ripide vie di Valparaiso, dove le emozioni si esprimono attraverso la . Alternando immagini enigmatiche con scene di tumulti domestici, Ema è stato presentato dal regista in maniera criptica in occasione della partecipazione in concorso al Festival di Venezia 2019: “Una meditazione sul umano, sulla danza e sulla . La protagonista Ema è un paradigma: è insieme tanti personaggi. Figlia, , sorella, moglie, amante e leader: è molto potente e presenta una forma sorprendente di femminilità. È motivata da un implacabile egoismo: sa chiaramente cosa vuole ed è capace di sedurre coloro che la circondano per modellare il suo stesso destino. Desidera essere prima di tutto una e avere una famiglia; forse ciò che più muove le sue azioni è l’. Con il marito Gaston ha molte cose in comune: la professione, gli interessi culturali, la danza. All’apparenza, sembrano una coppia disfunzionale ma alla fine si rivelano piuttosto complementari”.

Guarda anche  COWARDS BEND THE KNEE [SubITA] 🇨🇦

“Sono – ha proseguito Larraín – con i miei film abituato a guardare al passato. Ema è invece una testimonianza del presente, della generazione di giovani che ci circonda… quei giovani che si esprimono anche attraverso i loro corpi e con una musica del tutto lontana a quella con cui sono cresciuto io. Ambientato nel Cile contemporaneo, parla di una generazione a cui non appartengo e che è stata tutta da scoprire”.

filmtv

 

Spread the love

Related posts