//IN THE REALMS OF THE UNREAL [SubITA]

IN THE REALMS OF THE UNREAL [SubITA]

 

Titolo originale: In the Realms of the Unreal
Paese di produzione: USA
Anno: 2004
Durata: 81 min.
Genere: Documentario, Biografico
Regia:

 

Racconto biografico, accompagnato da immagini animate degli eventi descritti nella opera unica di Henry Darger: “The story of the Vivian girls, in What is known as the Realms of the Unreal, of the Glandeco-Angelinnian War Storm, Caused by the Child Slave Rebellion”, o altrimenti noto semplicemente come “The Realms of Unreal”.

Se avessi a disposizione una macchina del tempo, la sintonizzerei nel 1973, destinazione Chicago, nell’attimo esatto in cui i vicini di casa di Henry Darger aprirono le porte del suo appartamento e scoprirono i quindici volumi dattiloscritti, rilegati a mano e contenenti trentamila pagine di quel capolavoro che è il libro The Story of the Vivian Girls, in what is Known as the Realms of the Unreal, of the Glandeco-Angelinnian War Storm, Caused by the Child Slave Rebellion. L’opera di una vita. Una vita solitaria, un infanzia difficile, un internamento in manicomio e le ipotesi postume, che non trovarono riscontro e che congetturavano (tanto per demonizzare Henry lo strambo) sulla sua ipotetica pedofilia e sulla sua indole da serial killer. Darger dall’archivio smisurato di ritagli, Henry l’autodidatta, dalla tecnica semplice ma imponente. Darger l’outsider, l’uomo dal cuore nel lato sbagliato, dai vestiti logori ma puliti, Darger l’inquietante che dipingeva ragazzine nude che sfoggiavano genitali maschili, che un momento giocavano serenamente nei prati e l’attimo dopo venivano seviziate dai Glandeliniani. Darger che smaschera la società buonista obbligandola a prendere atto delle brutalità messe in atto troppo spesso contro i bambini, descrivendo un universo in bilico, popolato da bambine guerriere, a volte tenero e a volte terribilmente inquietante. Henry che mi fa sgranare gli occhi e restare a bocca aperta.

softrevolutionzine.org

TAGS:
Spread the love

Related posts