venerdì, Settembre 25FPE 2.0 - IT'S JUST A RIDE !
Shadow

Tag: video art

FAJR 🇲🇦

FAJR 🇲🇦

ARCHIVIO FILM, Corto, Sperimentale
Titolo originale: Fajr Paese di produzione: Marocco Anno: 2017 Durata: 12 min. Genere: Corto, Sperimentale, Regia: Lois Patiño Nel deserto marocchino la notte allunga le forme e il silenzio scorre sui granelli di sabbia. L’alba inizia quindi a disegnare sagome di dune mentre figure inanimate emergono nel paesaggio. Dall’astrazione della notte, la luce restituisce dimensione allo spazio e volume ai corpi. L’immobilità concentra lo sguardo e la durata lo addensa. L’adhan – la chiamata musulmana alla preghiera – risuona e l’immobilità, che si stava condensando, inizia ad irradiarsi. Ora sono i corpi a dissolversi nel deserto. trentofestival.it  
DREAM ENGLISH KID 🇬🇧

DREAM ENGLISH KID 🇬🇧

ARCHIVIO FILM, Corto, Sperimentale
Titolo originale: Dream English Kid 1964-1999 AD Paese di produzione: UK Anno: 2015 Durata: 23 min. Genere: Corto, Sperimentale, Animazione Regia: Mark Leckey Dream English Kid è un collage di ciò che Leckey chiama "ricordi trovati" realizzati da fonti come pubblicità, programmi TV e musica, nonché ricostruzioni utilizzando oggetti di scena e modelli. Ha realizzato il film dopo aver trovato su YouTube una registrazione di un concerto dei Joy Division a cui ha partecipato da adolescente e si è reso conto che molti dei nostri ricordi personali ora possono essere trovati online. Mentre agisce come una forma di autoritratto per l'artista, il film cerca anche di collegarci tutti attraverso la memoria e l'esperienza condivise.  
A JOURNEY THAT WASN’T [NO SUB] 🇺🇸

A JOURNEY THAT WASN’T [NO SUB] 🇺🇸

ARCHIVIO FILM, Corto
Titolo originale: A Journey That Wasn't Paese di produzione: USA Anno: 2006 Durata: 23 min. Genere: Corto, Musicale Regia: Pierre Huyghe Basato sulla ricerca di pinguini albini in Antartide e su un musical di Pierre Huyghe sulle sue avventure, tenutosi nel 2005 a Central Park a New York. Interessato al reale, ma soprattutto alle situazioni in cui, come piegandosi su di sé, esso produce zone oscure, abitate dalla non-conoscenza e dalle vertigini della possibilità, Pierre Huyghe impiega i metodi e le tecniche più svariate. Le sue opere possono includere la creazione di una festività, l’intervento in uno spazio pubblico, la pubblicazione di una rivista o la produzione di un film. Anche le mostre, in musei o gallerie, possono fornire l’occasione per sperimentare nuovi sistemi di interaz...