//THE CALAMARI WRESTLER [SubITA]

THE CALAMARI WRESTLER [SubITA]

 

Titolo originale: Ika resuraa
Nazionalità: Giappone
Anno: 2004
Genere: Fantastico
Durata: 95 min.
Regia:

 

Sul ring, due lottatori di wrestling, se le stanno dando di santa ragione. Flash di fotografi, telecronaca incalzante, pubblico in delirio. Il vincitore riceve la tanto ambita cintura, lasciandosi andare in un urlo liberatorio. Ma succede qualcosa: qualcuno è salito sul ring. Cazzarola, è un uomo calamaro, e sembra proprio intenzionato a combattere!

È in questa maniera che inizia il film Calamari Wrestler, dotato di uno dei soggetti cinematografici più scoppiati degli ultimi anni, reso ancora più folle dalla totale impassibilità di cui si circonda. Nessuno, nel film, sembra sconvolgersi più di tanto nel constatare l’esistenza di un mollusco antropomorfo in tenuta da lottatore. Neppure il regista/sceneggiatore : pochi cenni (neanche troppo chiari) per far capire le origini del lottatore tentacolato e un gustosissimo mascherone – in perfetto stile mostrone giapponese, di quelli che si vede “la plastica” anche a chilometri di distanza – per renderlo ancora più (in)credibile.

A questo si aggiunge un sottotesto sull’integrazione del diverso e sulla corruzione di chi gestisce le regole del gioco (sport o spettacolo poco importa), che contribuisce a rendere il risultato finale ancora più delirante: ve lo immaginate il calamarone in preda a crisi esistenziali? Calamari Wrestler è divertente perché – conscio dei suoi squilibri – punta tutto sul fattore ironia, ma risulta anche piuttosto discontinuo: portare a termine una simile storiella senza neanche stiracchiarla un po’, è una manovra per pochi eletti. Consigliatissimo, chiaramente, agli sfegatati delle stramberie giapponesi. (Daniele ‘Danno’ Silipo)

Guarda anche  EXECUTIVE KOALA [SubITA]

Recensione: bizzarrocinema.it

 

Spread the love

Related posts