//THE MIDDLE MYSTERY OF KRISTO NEGRO

THE MIDDLE MYSTERY OF KRISTO NEGRO

 

Titolo originale: The Middle Mystery of Kristo Negro
Nazionalità: Filippine
Anno: 2009
Genere: Drammatico, Visionario
Durata: 70 min.
Regia:

 

Il film si apre con quello che dovrebbe essere un rituale millenario. Diversi uomini macellano la pelle di un animale in campo aperto. È un giovane bufalo che continua a respirare nonostante non abbia più pelle. Il paesaggio ha un fascino biblico e la gente è vestita con abiti senza tempo. Senza tempo sono i legionari romani che appaiono e scompaiono. Una figura simile a Cristo viene abbandonata da sola nel paesaggio vuoto e inizia a trascinare la carcassa del bufalo d’acqua come se fosse la sua croce. Sembra che porti tutti i suoi peccati attraverso un paesaggio infernale che sembra disegnato in un sogno febbrile.

Senza la Chiesa Cattolica, probabilmente non ci sarebbe nulla di simile. I vecchi, teatrali e mistici rituali della chiesa sono una fonte inesauribile di ispirazione per i cineasti che sono sensibili a un’estasi simile isterica o che vogliono prendere in giro l’istituzione conservatrice.

Anche se ce potremmo  da un cineasta apertamente clandestino come Khavn, in questo caso non si può davvero parlare di derisione diretta della religione. È più prendere l’elemento di auto-castità che fa parte di certi rituali (come la Via della Croce ) fare un passo avanti e rendere il rituale più reale di quanto forse fosse inteso.

Recensione: filmweb.pl

Spread the love

Related posts