//THE PHILOSOPHERS [SubITA]

THE PHILOSOPHERS [SubITA]

 

 

Titolo originale: After the dark

Nazionalità: USA

Anno: 2013

Genere: Fantascienza, Visionario

Durata: 107 min.

Regia:

 

Può essere considerato un guilty pleasure, o se preferite un film vergogna. È una robetta girata con stile anonimo/televisivo, recitata maluccio da un branco di attori (quasi) conosciuti, nel gran miscuglione di generi che è (fantasy + sci-fi + drama + thriller + sottotrama romantica) spesso non si capisce bene che direzione prendere, eppure The Philosophers riesce a essere una visione piuttosto intrigante e affascinante. Il merito va soprattutto a una sceneggiatura che non offre grossi punti di riferimento e riesce ad andare avanti senza farti sbadigliare, nonostante la sua struttura ripetitiva.

The Philosophers è incentrato su un gruppo di giovani filosofi, tutti belli e boni e fighi e fighe e persino intelligenti, studenti all’Università di una internazionale di Giacarta, in Indonesia. Location scelta un po’ un po’ per fare gli esotici, un po’ perché gli indonesiani hanno finanziato in parte la produzione, e un po’ a casaccio, visto che la location geografica non è così fondamentale. La pellicola è infatti ambientata principalmente al chiuso, all’interno di una classe, come nel film francesce La Classe solo che qui il contesto è molto meno realistico e più filosofico. Non c’è la vita reale, in pratica, ma si cazzeggia parlando di situazioni ipotetiche.

L’ultimo giorno dell’annata scolastica, il prof di filosofia Zimit mette alla prova i suoi studenti con un ultimo compito, un esercizio, o se preferite una gigantesca pippa mentale. L’esaltato e megalomane prof prepara un contorto e malato gioco di ruolo per quei fortunelli dei suoi studenti. Fa immaginar loro di trovarsi alle prese con un’ipotetica Apocalisse. Il mondo sta finendo, loro sono gli ultimi esseri umani rimasti e a disposizione hanno un bunker dove possono sopravvivere per un anno, al termine del quale uscire e occuparsi della ripopolazione del mondo. Il problema, Apocalisse a parte, è che nel bunker ci sono aria e vivere sufficienti per un anno solo per 10 persone, mentre la classe è formata da 20 studenti. Il giochino consiste quindi nello scegliere le 10 persone più indicate per ricostruire il mondo una volta fuori dal bunker. A ogni studente viene fornito un profilo diverso, chi è un ingegnere e chi è un poeta, chi un medico e chi è una cantante. In base a queste caratteristiche, viene stilata la top 10 di quelli che sopravviveranno. Quale saranno le scelte migliori?

Nonostante il livello qualitativo non proprio altissimo di recitazione e regia, la sceneggiatura tiene botta abbastanza bene fino quasi alla fine. Tenete pur sempre conto che si tratta di una porcatona, or dunque, ma di una porcatona che potrebbe anche vergognosamente piacervi.

Il finale lo toglierei. Doveva finire qualche momento prima. Ma ci puo stare, calcolando il target “teen” al quale strizza l’occhio.

Recensione: pensiericannibali.com

STREAMING & DOWNLOAD

https://openload.co/f/0hc5vZGXEh8

Sottotitoli

Spread the love

Related posts