//THE UGLY SWANS [SubITA]

THE UGLY SWANS [SubITA]

 

Titolo originale: Gadkie lebedi
NazionalitĂ : Russia
Anno: 2006
Genere: Drammatico, Fantascienza
Durata: 105 min.
Regia:

 

Un collegio situato nella cittĂ  di Tahslinsk, nella Russia asiatica, ospita ragazzini dotati di un’intelligenza superiore, primi rappresentanti di una nuova razza eletta destinata a far evolvere la nostra. Il sistema decide di eliminarli in quanto avvertiti come una minaccia per l’, lo scrittore Victor Banev invece, recatosi nella cittĂ  fantasma per portare via sua figlia, tenterĂ  fino all’ultimo di salvarli.

Miglior lungometraggio al Ravenna Nightmare Film Fest 2007. ci regala un film intenso e vibrante, in grado di fondere poesia e critica sociale in un magma denso di suggestioni derivanti dal cinema horror e di fantascienza.

Una cittĂ  fantasma nel cuore della Russia Asiatica, ospita un collegio per bambini dalle doti eccezionali.
La pioggia incessante, frutto di un’inspiegabile anomalia climatica, ha finito ormai per allagare strade ed edifici. Nonostante questo, la misteriosa congregazione degli Aquatters, depositari di una conoscenza al di fuori della nostra portata, continua a istruire i bambini scelti per essere depositari del nuovo sapere.

Nel frattempo, la comunitĂ  scientifica internazionale indaga sugli inspiegabili mutamenti climatici, mentre le autoritĂ  giĂ  pianificano un attacco chimico per stroncare sul nascere qualsiasi potenziale minaccia rappresentata dagli scomodi vicini. Gli ultimi giorni della cittĂ  ci vengono narrati attraverso gli occhi di Victor Banev, scrittore russo approdato a Tashlinsk per salvare la propria figlia, anch’essa allieva dei misteriosi Aquatters.

Attraverso l’esperienza del protagonista, ci mostra due universi all’apparenza inconciliabili, trincerati ai lati opposti di una barriera impenetrabile che ne impedisce la reciproca conoscenza e comprensione.

Guarda anche  VISITOR OF A MUSEUM [SubITA]

Da un lato il fulgore algido della conoscenza degli Aquatters, talmente profonda e aliena rispetto al nostro modo di vivere da totalizzare le menti fertili dei giovani studenti privandoli cosĂŹ della loro , per trasformarli in esseri all’apparenza gelidi e distaccati, protesi verso una prospettiva di rinnovamento tanto radicale da apparire come una crudele minaccia nei confronti del mondo intero.

Dall’altro lato della barriera, l’, divisa fra la calda imperfezione di uomini come Victor Banev e l’ottusitĂ  del Sistema, incapace di cogliere le sfide per il progresso, quasi fosse geloso della propria mediocritĂ , determinato a distruggere ciĂČ che non conosce per evitare ogni possibile minaccia.

Nonostante le forti suggestioni fantascientifiche, nonostante i volti inespressivi dei bambini prodigio ricordino inevitabilmente le celebri sequenze di un film come Il Villaggio Dei Dannati, THE UGLY SWANS risulta un’opera difficilmente catalogabile all’interno di un genere ben preciso. Alla suspence e al gore (del tutto assente), il regista preferisce la suggestione, veicolata attraverso scenografie di sicuro impatto e un’interpretazione, quella di Gregory Gladiy (Victor Banev), di grande intensitĂ .

Il ritmo posato e le oculate scelte registiche risultano funzionali alla lettura personale di una tematica dalle molteplici sfaccettature, mentre la splendida colonna sonora sottolinea la poesia malinconica di un film che raggiunge il suo momento di maggior commozione in un finale capace di offrire un ultimo , ma cruciale, spunto di riflessione, lasciando un segno indelebile nell’animo dello spettatore.

Recensione: filmhorror.com

Spread the love

Related posts