//WASTED YOUTH [SubITA] 🇬🇷

WASTED YOUTH [SubITA] 🇬🇷

Titolo originale: Wasted Youth
Nazionalità: Grecia
Anno: 2011
Genere: Drammatico
Durata: 122 min.
Regia: ,

 

Ad Atene, in Grecia, è estate e un’ondata di caldo interessa la città. Uno stakeboarder adolescente vive una normale giornata con i suoi amici. Un uomo di mezza età, invece, è alle prese con i problemi della sua , con un lavoro che non gli piace e un’imminente crisi di nervi in arrivo.

“Alcuni film vanno fatti ora o mai più, e Wasted Youth è certamente uno di questi”, hanno detto e il giorno in cui hanno saputo che il loro sforzo congiunto avrebbe aperto il 40° International Film Festival Rotterdam (IFFR, 26 gennaio – 6 febbraio) e concorso per i Tiger Award. Dopo la proiezione di gala del festival, mercoledì, e una conferenza stampa selezionata in Grecia ieri, bisogna ammettere che avevano ragione.

Basato sugli eventi più shockanti che la recente storia greca abbia da offrire all’inconscio collettivo, Papadimitropoulos ha descritto il suo film a Cineuropa come un progetto nato per urgenza: “Jan ha lavorato spesso in Grecia, abbiamo fatto insieme vari spot pubblicitari e conosce bene il clima sociale locale” ha dichiarato il regista 34enne, incoronato re dei botteghini col suo debutto Bank Bang del 2009.

Papadimitropoulos continua: “Mentre collaboravamo a un altro progetto, abbiamo iniziato a parlare dei vari eventi recenti e dei cambiamenti da essi provocati in Grecia, e abbiamo pensato che un film andava fatto, e deciso che saremmo stati noi a farlo”.

“Questo accadeva nove mesi fa”, ha aggiunto il regista. Nel giugno 2010 hanno iniziato a riempire l’ufficio affittato ad Atene di foto d’atmosfera di tutta la città, e a raccogliere interviste con i ragazzi di un vicino negozio di skateboard. “Non avevamo uno script, e quindi abbiamo deciso di lavorare non stop ogni giorno per un mese, e vedere a cosa saremmo arrivati e poi girare per un altro mese”. Le riprese del film si sono infatti concluse a fine luglio.

Guarda anche  LE SECRET DE LA CHAMBRE NOIRE [SubITA]

Divisa in due vicende parallele, la storia segue un giovane skater che inizia una normale giornata di relax e skate con gli amici, e un uomo di mezza età angosciato che cerca di affrontare i suoi doveri di sostentamento della con un lavoro che disprezza, e nel mezzo di una crisi economica che lo terrorizza.

La cruda prova dell’attore non professionista Harry Markou nel ruolo dello skater garantisce al film il suo senso di immediatezza, come i suoi amici (nella vita reale) Arthur Kivilioff e Jason Wastor, accanto a lui nel film. “L’uso dei non professionisti è stato una scelta artistica sin dall’inizio”, spiega Papadimitropoulos, “Non volevamo scegliere professionisti e fingere che fossero ragazzi”.

Yannis Economides, da molti anni ormai grande sperimentatore, e la new entry greca Syllas Tzoumerkas (registi di due hit festivalieri, Soul Kicking [+] e Homeland [+], rispettivamente) appaiono nel film, e aggiungono un simbolico sigillo di approvazione all’ultimo nato nella recente ondata di cronache socio-politiche nei titoli indipendenti locali.

Il sigillo è, d’altra parte, meritato. Se Wasted Youth è il documento dolorosamente naturalistico, alla Gus van Sant, della cupezza della vita quotidiana e dell’ostinato disprezzo giovanile nei confronti della fatica che la sopravvivenza richiede in un ambiente soffocante, la scena finale del film stringe gli spettatori alla gola, e mostra loro la durezza con tutta la crudeltà della quale è capace.

Recensione: cineuropa.org

Spread the love

Related posts